Seguici anche su

Atletica

Atletica: Edizione dei campionati italiani sottotono ma attenzione ai giovani!

A Padova è andata in scena non tra le edizioni più memorabili dei Campionati Italiani. Leonardo Fabbri è stato in assoluto “l’atleta dei Campionati”.

Pubblicato

il

Leonardo Fabbri

Quella che si è conclusa a Padova non sarà ricordata tra le migliori edizioni di sempre dei Campionati Italiani. Molti, forse troppi, risultati sotto la media dell’eccellenza europea e soprattutto mondiale, specie in discipline dove da troppi anni siamo lontani da risultati accettabili.

Pochi exploit ma decisamente interessanti, qualche assente di troppo tra i “big” ma i giovani scalpitano e qualcosa di buono, se non si perdono per strada, potrà sicuramente venire fuori.

Senza ombra di dubbio questa edizione dei campionati italiani sarà ricordata per essere stata l’edizione di Leonardo Fabbri. Il 23enne toscano con un clamoroso 21,99 mt, che non si vedeva in Italia dal 1987 anni, praticamente dai tempi di Alessandro Andrei, si è portato prepotentemente nell’elite mondiale. Il leader stagionale, lo statunitense Ryan Crouser, dista ancora quasi un metro, ma i 4 anni in meno in favore del toscano uniti ai notevoli margini di crescita tecnica fanno ben sperare in ottica Tokyo.

Non è arrivata la misura che tutti si aspettavano ma Larissa Iapichino è ormai una certezza. La doppia figlia d’arte ha portato a casa il suo primo titolo italiano nel salto in lungo e ha dimostrato di essere una grande agonista. Il futuro è sicuramente dalla sua parte… ne sentiremo sicuramente riparlare.

I 100 hs sono ormai terreno di conquista di Luminosa Bogliolo. La prima italiana a vincere in Diamond League, in questa annata monca e senza grandi competizioni internazionali ha dimostrato di essere pronta per il piano superiore. Bisognerà però limare ancora almeno due decimi per giocarsi quanto meno una l’accesso finale olimpica. I mezzi ci sono, la grinta anche…

Attenzione ai ragazzi della 4×400. Edoardo Scotti, il campione italiano, con Vladimir Aceti, Lorenzo Benati, il veterano Mauro Galvan e Davide Re (uomo da 44″77), assente a Padova, senza dimenticare i vari Klaudio Gjetja e Alessandro Sibilio formano un gruppo giovane e promettente. Il quartetto italiano è infatti campione Europeo in carica e campione mondiale Under 20. L’obiettivo è la finale ai Giochi Olimpici, obiettivo alla portata, poi una volta lì tutto può accadere.

Marcell Jacobs e Filippo Tortu, assente a Padova, renderanno nei prossimi anni più frizzante il panorama italiano della velocità in pista. Jacobs però per fare il salto di qualità, e puntare alle finali olimpiche, deve stabilmente correre sotto i 10″ e sappiano che ne ha le capacità. Tortu, la butto lì… e se spostasse il tiro in maniera stabile sui 200 metri, dove c’è già l’ottimo Desalu?

Tamberi ha vinto l’ennesimo titolo italiano. Ha mancato di un soffio i 2,30 mt ma per adesso va bene così. I Giochi Olimpici distano ancora un anno e tempo per ritrovare la forma dei vecchi tempi ce n’è. L’infortunio è ormai alle spalle, la grinta è quella di sempre… ti aspettiamo in Giappone per riprenderti quello che la sfortuna ti ha privato.

Segnaliamo un nome: Rachele Mori, nipote del mitico Fabrizio. A 17 anni è finita seconda alle spalle di Sara Fantini, prendendosi anche il record italiano under 20… ne sentiremo riparlare!

Per saperne di più: http://www.fidal.it/https://oggisport.it/tag/atletica-leggera/

Atletica

A 40 anni della conquista di Mennea della medaglia d’oro a Mosca, Poste Italiane emette un francobollo commemorativo

Pubblicato

il

A 40 anni della conquista della medaglia d'oro a Mosca di Pietro Mennea, Poste Italiane emette un francobollo commemorativo

Un francobollo ed un folder dedicato a Pietro Mennea nel 40° della medaglia d’oro a Mosca

Sono passati 40 anni dal quel magico 28 agosto 1980, quando Pietro Mennea vinse alle XXII Olimpiadi di Mosca il titolo sui 200 metri. Oggi, a ricordo di quella epica impresa, il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “lo Sport” dedicato a Pietro Mennea, del valore pari alla tariffa B, di 1,10 €.  

Nel francobollo, stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., c’è la foto in bianco e nero di Pietro Mennea che esulta a braccia alzate sul traguardo al termine della gara vinta sui “200 metri” alle XXII Olimpiadi di Mosca del 1980, In basso è riprodotta la medaglia d’oro e il nastro dai colori olimpici (i cinque anelli intrecciati di colore azzurro, giallo, nero, verde e rosso, che rappresentano simbolicamente i cinque continenti del mondo, più il bianco dello sfondo della bandiera olimpica) che idealmente avvolge il grandissimo atleta italiano.

Nel francobollo commemorativo la scritte “PIETRO MENNEA”, “1952 -2013”, “XXII OLIMPIADE”, “200 METRI” e “40 ANNIVERSARIO MEDAGLIA D’ORO” la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Barletta (BT). Il francobollo e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

Per coloro che amano il collezionismo filatelico, difficilmente si faranno scappare il folder contenente una quartina di francobolli, un francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, in vendita al costo di 15 €.

Continua a leggere

Atletica

Milano: il Sindaco riapre l’Arena

Pronta la nuova pista d’atletica e il campo di calcio

Pubblicato

il

Milano: il Sindaco riapre l’Arena. Con un post su Facebook il Sindaco di Milano Giuseppe Sala presenta i lavori fatti per ammodernare e rendere nuovamente fruibile l’Arena “Gianni Brera” di Milano.

L’Arena è la casa degli sportivi milanesi, un luogo a cui tutta la città è molto affezionata. In poco più di un anno e con un investimento pari a 2,5 milioni di euro abbiamo ristrutturato tutta la pista di atletica ed esteso il pistino, rinzollato il campo da calcio e rifatto le pedane per accogliere anche gli atleti con disabilità. A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria ovviamente non possiamo fare previsioni, ma l’Arena ora è una struttura che in futuro potrà sicuramente ospitare grandi manifestazioni sportive di livello nazionale e internazionale, un luogo bello e funzionale dove torneranno ad allenarsi e a giocare centinaia di atleti di tutte le età.

da Facebook Beppe Sala

Continua a leggere

Atletica

La Maratona di Pescara “Dannunziana” del dopo Covid-19

Notizie in preparazione dell’evento

Pubblicato

il

Di

Il lavoro preparatorio verso la ventesima edizione della Maratona di Pescara “Dannunziana” è iniziato con la convinzione di voler portare avanti un vero e proprio rilancio della manifestazione podistica regina di tutto l’Abruzzo.

Grazie agli sforzi della Vini Fantini Running e all’esperienza di Alberico Di Cecco nel settore (in qualità di referente nazionale Uisp per le maratone e le ultra maratone), sarà un’edizione che porterà sicuramente grande beneficio a tutto il movimento podistico targato Uisp Abruzzo e Molise e a tutto lo sport regionale abruzzese nonostante le difficoltà legate al protocollo sanitario dettato dalla Uisp nazionale e alle norme anti-contagio con gli attuali decreti governativi.

La partecipazione all’evento è aperta ai tesserati Fidal, possessori di run card e ad enti di promozione sportiva, senza alcun vincolo, con la maratona, la mezza maratona e una vetrina dedicata ai pattinatori a tenere banco domenica 18 ottobre.

Con il coinvolgimento di alcune realtà podistiche abruzzesi come la Manoppello Sogeda (ristori lungo il percorso), la Polisportiva Hat Atri (ristoro all’arrivo), l’Asd Passologico (logistica del villaggio maratona) e Inline Skating Montesilvano (per la parte tecnica relativa all’organizzazione della gara dei pattinatori), l’edizione 2020 della Maratona di Pescara prevede una programmazione ad hoc a cominciare da sabato 17 ottobre, giorno della vigilia, con l’apertura del villaggio maratona dalle 9:00 del mattino in Piazza Salotto (dove è vivamente consigliato effettuare il ritiro dei pettorali e dei pacchi gara). Nel pomeriggio dalle 16:00 si svolgeranno a braccetto la passeggiata e una colorita anteprima per bambini e ragazzi dai 0 ai 15 anni su diverse distanze con mini percorsi in piazza.

Il clou, domenica 18, con la maratona di 42 chilometri e 195 metri con chiusura adesioni a quota 400: il via sempre da Piazza Salotto, partenza scaglionata a gruppi di 50 atleti ogni minuto, percorso che abbraccia il lungomare sud di Pescara fino alle porte di Francavilla, il Ponte del Mare, lungomare direzione Nord da via Ugo Foscolo al confine di Montesilvano e ritorno a Piazza Salotto per compiere due anelli conclusivi di 10,5 chilometri cadauno nella parte nord di Pescara con traguardo sempre a Piazza Salotto.

Nello stesso giorno in gara anche i partecipanti (max 800) alla mezza maratona: via alle 10:00, tracciato circoscritto tra Francavilla e Montesilvano rientrando a piazza Salotto, partenza scaglionata a ondate di 50 runners per volta ogni minuto.

Prima della mezza maratona (9:20) toccherà ai pattinatori effettueranno un giro della parte superiore del percorso (da piazza Salotto a via Ugo Foscolo, direzione nord fino al confine di Montesilvano e ritorno a piazza Salotto).

Tanta attenzione sarà posta alla gestione dei ristori sul percorso e all’arrivo con alimenti confezionati e sigillati, mentre il giorno della gara il parcheggio nella zona dell’area di risulta sarà gratuito per tutti i partecipanti.

Se siamo arrivati alla ventesima edizione – spiega Alberico Di Cecco – il merito non è sicuramente solo nostro, ma è da condividere con i nostri fedelissimi partecipanti ed anche tutti i nostri collaboratori che si stanno prodigando con grande professionalità e passione. Nonostante le restrizioni anti Covid-19, ce la stiamo mettendo tutta perché la città di Pescara e l’Abruzzo non possono rimanere senza la nostra maratona che è un fiore all’occhiello di tutto il movimento nazionale della Uisp. Non possiamo dimenticare la sinergia con l’amministrazione comunale di Pescara con in testa il sindaco Carlo Masci e l’assessore allo sport Patrizia Martelli che continuano ad affiancarci oltre ai nostri partners che ci aiutano a crescere e a fare questo sforzo supplementare in questo insolito 2020“.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |