Seguici anche su

Altri sport

Atletica: Definito il calendario dei campionati italiani

Dal 28 al 30 agosto i migliori atleti italiani si sfideranno a Padova, teatro dei Campionati Italiani Assoluti 2020 di atletica leggera.

Pubblicato

il

Jacobs-Tortu

Lo Stadio Colbachini di Padova dal 28 al 30 agosto sarà il palcoscenico dei Campionati Italiani Assoluti 2020 di atletica leggera.

Nell’evento più importante della stagione 2020, verranno messi in palio i titoli nazionali di tutte le prove multiple, lanci, concorsi e gare in pista, con l’eccezione delle gare di mezzofondo (5.000 – 10.000) e mezzofondo veloce (1500 3000 siepi). Queste ultime saranno infatti disputate a Modena tra ottobre e novembre (Covid_19 permettendo, ndr).

Saranno presenti tutti i migliori del panorama nazionale: Filippo Tortu e Marcell Jacobs attesi da un’interessante sfida sui 100 metri, Gianmarco Tamberi da poco tornato con i colori dell’Atletica Vomano, Davide Re tra i migliori quattrocentisti del panorama europeo, Luminosa Bogliolo fresca di vittoria a Stoccolma, il duecentista Fausto Desalu e il pesista Leonardo Fabbri che in stagione si è portato su misure di eccellenza (21,57).
Occhi puntati anche su Larissa Iapichino attesa alla conferma dopo le belle prestazioni degli scorsi mesi.

Autorizzata anche la presenza del pubblico. Nella Tribuna Nord disponibili posti per un massimo di 500 persone.

L’evento sarà trasmesso in diretta tv su RaiSport.

CALENDARIO DELLE FINALI

29 AGOSTO:
14.20     Lancio del martello (femminile), Finale
16.00     Eptathlon, 800 metri
16.40     Salto con l’asta (maschile), Finale
16.40     Salto in lungo (maschile), Finale
17.30     Getto del peso (femminile), Finale
17.30     Salto in alto (maschile), Finale
17.35     100 ostacoli, Finale
17.50     110 ostacoli, Finale
18.05     100 metri (femminile), Finale
18.10     Salto in lungo (femminile), Finale
18.15     100 metri (maschile), Finale
18.25     Decathlon, 1500 metri
18.25     Tiro del giavellotto (maschile), Finale
19.00     400 metri (maschile), Finale
19.10     400 metri (femminile), Finale
19.20     800 metri (femminile), Finale
19.30     800 metri (maschile), Finale
19.45     4×100 (femminile), finale in serie
20.05     4×100 (maschile), finale in serie

30 AGOSTO:
15.45     Tiro del giavellotto (femminile), Finale
17.00     Salto con l’asta (femminile), Finale
17.15     Lancio del martello (maschile), Finale
17.30     Salto triplo (femminile), Finale
18.00     Salto in alto (femminile), Finale
18.30     400 ostacoli (maschile), Finale
18.45     Lancio del disco (femminile), Finale
18.45     400 ostacoli (femminile), Finale
18.45     Getto del peso (maschile), Finale
19.00     Salto triplo (maschile), Finale
19.00     200 metri (femminile), Finale
19.10     200 metri (maschile), Finale
19.40     4×400 (maschile), finale in serie
20.00     4×400 (femminile), finale in serie

Per info: http://www.fidal.it/https://oggisport.it/

Altri sport

Ciclocross: Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti

Ottimi risultati per gli atleti abruzzesi

Pubblicato

il

Di

Ciclocross: Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti. Il ciclocross abruzzese non vuole piegarsi di fronte al nemico Covid-19: tanto di cappello ai giovani che nonostante la situazione difficile a livello emergenziale e sanitario, trovano l’occasione per tenersi in forma e mettere in mostra il proprio talento anche in chiave multidisciplinare.

L’occasione è arrivata dal Lazio Cross-Trofeo Romano Scotti che ha mandato gli archivi la sesta prova solcando i prati di Fonte San Vincenzo alle porte di Aprilia, intitolata alla memoria dell’ex dirigente ciclistico e presidente FCI Lazio Antonio Zanon, in un contesto di alto livello con la presenza dei migliori ciclocrossisti da quasi tutta Italia nella gara riconosciuta di interesse nazionale da parte del Coni.

Dopo un momentaneo salto di catena e rimontando le posizioni perdute durante la sosta, Lorenzo Masciarelli ha messo il proprio sigillo sulla gara juniores imponendosi davanti a Matteo Siffredi e Gabriel Fede.

Il 17enne pescarese Masciarelli, trasferitosi in Belgio dove tutt’ora abita (a Oudenaarde) e studia meccanica, difende i colori della Callant Pauwels Sauzen, diretto da un grande ex del cross come Mario De Clercq e dall’ex professionista belga Gianni Meersman. Con questa maglia ha fatto il suo esordio tra gli juniores ma nel mese di ottobre ha ottenuto una straordinaria affermazione al Cross Internazionale di Beringen. 

Altra conferma ad alti livelli per Gaia Realini: la 19enne pescarese, rivelazione al recente Europeo under 23 in Olanda, si è imposta nella gara open davanti alle élite Silvia Persico e Alessia Bulleri, oramai lanciata sempre più verso traguardi molto ambiziosi da quando è una nuova portacolori della Selle Italia-Guerciotti (la squadra plurititolata a livello nazionale ed internazionale nel ciclocross che ha sede a Milano). Oltre al primato open, Realini ha fatto suo quello riservato alle under 23 davanti a Nicole Fede e a Marta Zanga.

Al culmine di prove contraddistinte da grande impegno e tecnica, buoni piazzamenti ottenuti da Luciano Camplone (Race Mountain Folcarelli – 22°juniores), Lorenzo Sorgi (Team Stipa Milano – 34°juniores), Francesca Sorgi (Cicli Fiorin – 14°donne allieve primo anno), Francesco Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 27°allievi primo anno), Mirko Persico (Pedale Rossoblu Truentum – 30°allievi primo anno), Ivan Taccone (Pedale Rossoblu Truentum – 28°allievi secondo anno), Giada La Cioppa (Cicli Fiorin – 7°donne esordienti), Dario Macchia (Avezzano Cycling Team – 41°esordienti), Andrea Musilli (Pedale Rossoblu Truentum – 43°esordienti), Alessandro Micolucci (Amici della Bici Junior – 22°esordienti), Simone Scocchia (Amici della Bici Junior – 38°esordienti) e Filippo Cerasi (Amici della Bici Junior – 39°esordienti).

Continua a leggere

Altri sport

Rugby: Tragedia in Francia, Cristophe Dominici trovato morto.

L’ex giocatore della nazionale francese, secondo le prime ricostruzioni, si sarebbe lanciato nel vuoto da un palazzo in disuso.

Pubblicato

il

Christophe Dominici

L’ex giocatore dei Bleus aveva 48 anni. Un testimone ha riferito agli inquirenti di averlo intravisto salire sul tetto di un edificio di Saint-Cloud, dal quale probabilmente si sarebbe lanciato nel vuoto.

Tragedia nel mondo del rugby: è morto Christophe Dominici. L’ex ala della nazionale francese e dello Stade Francais, oltre che del Tolone, aveva solo 48 anni. Stando alle prime ricostruzioni, Dominici si sarebbe suicidato. Il suo corpo è stato ritrovato senza vita ai piedi di un edificio in disuso nella zona di Saint-Cloude, a Parigi.

Secondo alcuni testimoni, Christophe Dominici si sarebbe portato all’ultimo piano dell’edificio per poi lanciarsi nel vuoto. L’ex giocatore dei Bleus, argento al Mondiale del 1999, aveva sofferto di depressione in due particolari momenti della sua vita, nel 1999 proprio dopo il Mondiale e precedentemente nel 1986 dopo la scomparsa di sua sorella.
Negli ultimi tempi Dominici aveva avuto alcune vicissitudini personali. Prima il fallimento del suo progetto di ingresso nel Béziers, storico club francese e successivamente, lo scorso 5 luglio una denuncia per furto e violenza.

Per infohttps://www.ffr.frhttps://oggisport.it/category/rugby/

Continua a leggere

Altri sport

Giana Erminio e Piacenza ci mettono la faccia

Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne

Pubblicato

il

Di

A.S. Giana Erminio e Piacenza Calcio 1919 scendono in campo al fianco delle Donne. In occasione del recupero della 9ª giornata di campionato, in programma allo Stadio Comunale Città di Gorgonzola alle ore 15.00 di mercoledì 25 novembre, Giana e Piacenza vogliono lasciare un SEGNO per la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, aderendo alla campagna di sensibilizzazione nazionale #UNROSSOALLAVIOLENZA.

In Italia e nel Mondo una donna su tre è vittima di violenza. La situazione è drammatica e ancor più grave è il fatto che agli abusi ci si abitua, fino a credere che siano la normalità. Durante il lockdown, a livello mondiale, si sono registrati quasi 25.000 casi in più di violenze mentre in Italia il numero delle richieste d’aiuto è aumentato del 119%, fino ad arrivare a circa 128 chiamate al giorno al 1522 (numero della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità), secondo i report dell’ISTAT.

La violenza è subdola e silenziosa e non è facile vederla. Noi vogliamo mostrarla a tutti, mettendoci la faccia. Simbolo della campagna #unrossoallaviolenza è un segno rosso sul viso che richiama il cartellino rosso, per esorcizzare insieme a tutte le donne vittime di violenza la paura che vivono ogni giorno.

Per questo in occasione di GIANA ERMINIO-PIACENZA i calciatori di entrambe le squadre scenderanno sul terreno di gioco con un segno rosso sul viso. Non solo per dire BASTA ad una piaga sociale che sembra peggiorare di anno in anno, non solo per ricordarsene in questo 25 novembre, ma per gridarlo a tutti ogni giorno, con una cicatrice sul volto, quella cicatrice che non possiamo più tollerare le donne debbano nascondere.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |