fbpx
Seguici anche su

Calcio

Ascoli-Cremonese termina a reti bianche. La cronaca

Pubblicato

il

ASCOLI PICENO – Zero a zero combattuto tra Ascoli e Cremonese, reduci entrambe dalle trasferte vinte rispettivamente contro il Pescara e la Virtus Entella.

Nel freddo quasi glaciale del Cino e Lillo Del Duca le due squadre hanno dato vita ad un incontro vivo soprattutto a centrocampo con degli episodi dall’una e dall’altra parte che avrebbero potuto sbloccare il risultato ad occhiali.

Bidaoui dell’Ascoli a fine primo tempo ha sciupato un’occasione limpidissima, Buonaiuto della Cremonese ad inizio ripresa lo imitava con un pallonetto che usciva fuori di poco.

Alla fine la paura di perdere prendeva il sopravvento e, dunque, la partita terminava a reti bianche.

I bianconeri agganciano momentaneamente Cosenza e Reggiana mentre i grigio rossi mantengono otto punti di distanza dai marchigiani.

Nel prossimo turno l’Ascoli sarà impegnato al San Vito di Cosenza venerdì Santo pasquale (2 aprile). Lo stesso giorno la Cremonese ospiterà la capolista Empoli.

CRONACA

Primo tempo

Ore 21:00 calcio d’inizio battuto dalla Cremonese che attacca da sinistra a destra rispetto alla nostra postazione in Tribuna Stampa.

6 disattenzione difensiva di Leali che consegna la sfera agli avversari. I Grigiorossi non ne approfittano

10 azione dubbia in area lombarda

12 Sabiri dalla distanza trova la respinta di pugno dell’estremo difensore avversario Carnesecchi

23 azione della Cremonese dalla destra con Gaetano che scarica un diagonale potente. Leali in elevazione devia in angolo

27 il grigio rosso Castagnetti ci prova dalla distanza. Fuori di poco

32 gara finora equilibrata ma molto combattuta

34 affondo a sinistra di Bidaoui che crossa in area dove non c’è nessun bianconero

35 dall’altro fronte d’attacco Valzania sulla sinistra davanti a Leali preferisce passare al centro. La sua scelta è sbagliata

40 da una rimessa di Leali e con la Cremonese sbilanciata in avanti, la palla arriva a Bidaoui che, in area tutto solo davanti a Carnesecchi, tira sopra la trasversale

45 termina qui senza recupero la prima frazione di gioco. Match sostanzialmente in equilibrio con l’Ascoli che nel finale va vicino al vantaggio con Bidaoui

Secondo tempo

22:02 inizia la ripresa.

4 ammonito Bajic

7 lancio lungo per Buonaiuto che tutto solo lascia partire un pallonetto che manca di poco il bersaglio

8 ammonito Zortea della Cremonese

23 partita giocata in questi ultimi frangenti a centrocampo

25 Bartolomei ci prova da fuori area. Para a terra Leali

32 girata in area di Baez sul primo palo, Leali si rifugia in angolo

35 Baez in profondità sulla sinistra in area rimette al centro. Brosco salva

40 Ciofani dai venti metri, alto sopra la traversa

44 ammonito Dionisi

45 quattro minuti di recupero

49  finisce qui. Reti bianche tra Ascoli e Cremonese

Gara combattuta, equilibrata con pochissime azioni da rete

IL TABELLINO

Ascoli Piceno – Stadio “Cino e Lillo Del Duca”

Venerdì 19 marzo 2021 – ore 21:00

30a giornata (undicesima di Ritorno) – Serie B

 

ASCOLI – CREMONESE  0 – 0

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Avlonitis, Kragl; Caligara (37′ st Danzi), Buchel, Saric; Sabiri (20′ st Parigini); Bidaoui (20′ st Cangiano), Bajic (24′ st Dionisi).

A disp. Sarr, D’Orazio, Corbo, Quaranta, Mosti, Pinna, Simeri, Charpentier.

All. Sottil

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Fiordaliso, Bianchetti, Ravanelli, Valeri (1′ st Zortea); Bartolomei, Castagnetti (1′ st Gustafson); Gaetano (1′ st Baez), Valzania (43′ st Deli), Buonaiuto (15′ st Celar), Ciofani.

A disp. Volpe, Zaccagno, Colombo, Ceravolo, Terranova, Crescenzi, Nardi.

All. Pecchia.

ARBITRO: Davide GHERSINI della sezione di GENOVA.

Assistenti: Filippo BERCIGLI della sezione di FIRENZE (Ass. 1) e Marco SCATRAGLI della sezione di AREZZO (Ass. 2).

Quarto ufficiale: Antonio RAPUANO della sezione di RIMINI.

Ammoniti:  4st Bajic (A), 8st Zortea (C), 44st Dionisi (A).

Espulsi:

Angoli: 2 – 5 (pt 0 – 3).

Recupero: 0pt, 4st.

NOTE: gara a “Porte Chiuse” causa CoViD19. Ascoli in maglia a strisce verticali bianco-nere, pantaloncini neri, calzettoni rossi, portiere in Blu. Cremonese in maglia a strisce verticali Grigio-Rosse, pantaloncini rossi e calzettoni grigi, portiere in Verde chiaro fluo. Terna Arbitrale in divisa “Giallo fluo”. Calcio d’inizio Cremonese che attacca da sinistra a destra rispetto la nostra postazione in Tribuna Stampa. Serata fredda. Temperatura circa 2°C. Terreno in buone condizioni.


Per info su Oggi Sport: https://oggisport.it/ e la pagina Facebook https://www.facebook.com/oggisport/?notif_id=1597904047411099&notif_t=page_fan

Calcio

Nuovo squalificato in serie B

E’ Michele Castagnetti della Cremonese

Pubblicato

il

 Il giudice sportivo della Lega Nazionale Calcio di Serie B, Emilio Battaglia, dopo la partita di recupero della 12/a giornata di ritorno del campionato cadetto, tra la Cremomese e l’Empoli, terminata 2-2, ha squalificato per una giornata il giocatore Michele Castagnetti (Cremonese).

Continua a leggere

Calcio

Taremi segna, ma passa il Chelsea

Gli inglesi vanno in semifinale

Pubblicato

il

Di

Taremi segna, ma passa il Chelsea. I Blues passano in semifinale, ma il Porto porta a casa la vittoria, dopo aver eliminato la Juventus.

Ecco il tabellino.

Chelsea (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Rudiger, Thiago Silva; James; Kante, Jorginho, Chillwell; Mount(41’st Ziyech), Pulisic; Havertz (45’+1’st Giroud). A disposizione: Abraham, Alonso, Kepa, Caballero, Christensen, Hudson-Odoi, Emerson, Werner, Zouma. Allenatore: Tuchel

Porto (4-4-2): Marchesin; Zaidu, Pepe, Mbemba, Manafà (30’st Nanu); Grujic (18’st Taremi), Uribe , Sergio Oliveira (40’st Vieira), Corona(20’st Luis Dias); Marega (30’st Evanilson), Otavio. A disposizione: Baro, Fr.Conceicao, Leite, Martinez Toni, Ndiaye, Ramos, Sarr,. Allenatore: Conceicao

Marcatori: 45’+3’st Taremi

Ammoniti: Sergio Oliveira(P), Corona (P), Luis Diaz(P), Taremi (P)

Continua a leggere

Champions League

Il Psg vive un Pochettino di rendita, Mbpappe fa il tornante, il Bayern esce a testa alta

A Parigi segna con l’ex Choupo-Moting e vince il Bayern ma va in semifinale il Psg in virtù del 2 a 3 in Baviera

Pubblicato

il

Al 68’ accade il momento più bello di tutta la partita: Mbappè fa uno scatto da far invidia al primo Usain Bolt: macina centimetri del Parco dei Principi con la velocità di un ghepardo affamato, ma il suo scatto, questa volta, non è finalizzato ad andare a far gol o per servire qualche assist, corre a perdifiato per andare a sradicare la corsa mozzafiato di Leroy Sanè, un altro che in quanto a velocità, non è secondo a nessuno. Il tedesco si era bevuto mezza fascia sinistra del Psg, e procedeva spedito verso la porta, quando dopo i primi due dribbling andati a gonfie vele, il terzo lo ha disinnescato Mbappè con un’ entrata, qui da far invidia al connazionale Lilian Thuram del mondiale francese del 98: Mbappè, ha corso per evitare una possibile azione da gol, lui, indiscusso goleador, si è sporcato le mani ed i tacchetti per fungere da tornante. Questo strappo difensivo vale quanto la doppietta in Baviera: sei campione se dentro la battaglia metti tutta la tua guerra e Kylian, lo è.

Dopo i due legni colti in rapida successione da Neymar, prima traversa al termine di un numero da circo poi palo su discesa con Mbappè,Il Bayern, il gol della speranza lo ha trovato in chiusura di primo tempo con un colpo di testa del camerunense Choupo-Mouting: dura lex, sed l’ex. Su questo episodio, i bavaresi, ancora privi del totem Lewa, hanno costruito il loro fortino. I parigini, hanno vissuto un pochino di rendita visto lo scalpo dell’andata, per la serie baguettes sotto braccio e via, ma il salame nel pane, ce lo ha messo la squadra di Flick, che nell’attesa di vivere il suo m’ama o non m’ama tra Bayern e nazionale del dopo Low, ha provato a giocarsela fino in fondo, contro i temibili ragazzi di Pochettino, che a fine impresa festeggia con ripetuti abbracci e pacche sulle spalle ai suoi cavalieri. Lui, che la Champions l’ha persa all’ultimo atto nel 2019 alla guida del Tottenham e les parisiennes, che la coppa l’hanno invece vista svanire nell’ultima finale proprio contro il Bayern, hanno un’immensa voglia di rivincita, un propellente in più.

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti |