fbpx
Seguici anche su

Analisi Partite

A Salerno la Roma cala il poker

La Roma chiude con 4 vittorie questo agosto che riavvicina la sua gente alla squadra. Pellegrini si dimostra leader e con una doppietta lancia la Roma a punteggio pieno.

Pubblicato

il

La Roma sbanca l’Arechi di Salerno e festeggia la sua quarta vittoria consecutiva in gare ufficiali dall’inizio della stagione. Lo 0-4 realizzato dai giallorossi però non deve trarre in inganno, la partita non è stata una passeggiata visto che la Salernitana nel primo tempo si è difesa con molto ordine chiudendo tutti gli spazi alla Mourinho Band. Castori con il suo 5-4-1 lasciava l’iniziativa ai giallorossi che partivano forte e già al 2′ minuto impensierivano Belec. Con il passare del tempo i granata occupavano ottimamente la loro metà campo non rischiando più niente.

LA RIPRESA: Mourinho catechizzava alla grande i suoi che nei primi 7 minuti della ripresa colpivano con un uno-due micidiale i granata. Al 48′ Capitan Pellegrini sbloccava la partita su assist di Vina e al 52′ Veretout indirizza la partita verso la capitale giallorossa dopo una splendida combinazione Mkhitaryan – Abraham. La Salernitana finisce qui, la Roma continua a spingere sull’acceleratore sulle ali dell’entusiasmo dei 1000 tifosi arrivati a Salerno. Tammy Abraham si sblocca e da fuori realizza il goal del 3 a 0. Mourinho da respiro a Mkhitaryan e Carles Perez e Pellegrini cala il poker chiudendo virtualmente la partita. Da domani Mourinho saluterà per le nazionali il grosso dei suoi titolari mentre Pinto cercherà di chiudere la grana esuberi. Per Castori la pausa servirà a dare ancora più ritmo alla sua squadra assemblando a sua immagine e somiglianza.

Analisi Partite

PELLEGRINI LANCIA L’EURO ROMA

Sesta vittoria in gare ufficiali per la Roma che dilaga con il Cska di Sofia.

Pubblicato

il

La Roma batte il CSKA di Sofia 5 a 1 nella prima partita del girone C della Conference League. L’effetto Mourinho si sente e si vede anche allo Stadio riempito nuovamente dai tifosi giallorossi. I bulgari senza 4 titolari infortunati e con solo 6 uomini in panchina iniziano meglio il match sfruttando anche il primo cambio di formazione della Roma. Al 10′ Carey batte Rui Patricio sfruttando una incertezza della retroguardia romanista. In quel momento cambia la partita, forse citando Mr Oronzo Canà “tutta colpa di quel goal a freddo”. Pellegrini si prende la squadra sulle spalle supportando la coppia Villar Diawara in mezzo al campo e realizzando il goal del pareggio con un euro goal da applausi. La Roma si scioglie e al 38′ El Shaarawy bissa il goal di domenica realizzando il 2 a 1.

La ripresa: Ibañez subentra a Karsdorp per un affaticamento muscolare. Mourinho incita i suoi a chiudere la partita e Pellegrini concede il bis su assist di Calafiori. Il Cska reagisce ed inpensierisce Rui Patricio dalla distanza, ma la differenza tecnica tra le due squadre è amplia e così pur non giocando bene, come ha detto il Mr giallorosso a fine partita, segna ancora con Mancini e Abraham. Ora per la Roma testa a Verona per una partita piena di insidie dopo il cambio tecnico.

Le parole di Mourinho: Intervistato a fine partita da Sky Sport Mourinho ha detto: ” Non abbiamo giocato bene, coinvolti sì, gruppo fortissimo e si sta creando una squadra.
Abbiamo già parlato e detto che se siamo squadra ora dovremo esserlo di più quando arriverà una sconfitta. Sarà più importante. Ma non mi è piaciuto come abbiamo giocato…….. La qualità del gioco. Non abbiamo giocato come ci siamo allenati negli ultimi giorni. Poca intensità a centrocampo e i terzini non hanno spinto tanto. Abbiamo perso tantissimi duelli difensivi. Shomurodov e Pellegrini hanno lavorato tanto cercando di pressare alto, non posso dire che abbiamo giocato male, ma non abbiamo meritato di vincere 5-1, per loro è un risultato pesante. Giusto per noi vincere, siamo più squadra, abbiamo più qualità, ma non sono soddisfatto. “

Continua a leggere

Analisi Partite

El Sharawy regala la vittoria del cuore alle 1000 di Mourinho.

Partita spettacolare in un Olimpico da notti magiche. Vince la Roma che raggiunge Napoli e Milan in testa alla classifica a punteggio pieno.

Pubblicato

il

Applausi e complimenti al Sassuolo ma alla fine è Mourinho che corre sotto la CURVA Sud per abbracciare il Faraone che regale al 91′ 3 pu ti alla Roma e a lui la vittoria nella sua gara numero 1000. Il Sassuolo di Dionisi dimostra di essere una squadra con cui tutti dovranno fare i conti e soltanto gli episodi la condannano ad una sconfitta crudele. Mourinho come dichiarato ieri in conferenza stampa sceglie gli 11 della prima giornata schierando anche Vina. Dopo i primi venti minuti senza emozioni la partita inizia ad avere i suoi sussulti al 25esimo con Berardi che trafigge Rui Patricio ma il VAR annulla la rete per un fuorigioco di Raspadori. La Roma prende slancio dal pericolo subito ed Abraham sfiora il goal su assist di Karsdorp. Al 37′ Cristante sfrutta uno schema su punizione disegnato bene da Pellegrini e realizza il vantaggio giallorosso.

Secondo Tempo: Scamacca per Raspadori è il cambio di Dionisi con il Sassuolo che diventa sempre più pericoloso dalle parti di Rui Patricio. Al 58’ Berardi dribbla Vina servendo a Djuricic la palla del pareggio che il serbo deposita in rete. L’ultima mezz’ora è un delirio di emozioni con Consigli e Rui Patricio protagonisti. Dove non arrivano i portieri ci pensano i legni delle due porte a negare il vantaggio ad Abraham e Toure. Al 91′ però la storia del calcio Mourinhiano la riscrive El Sharawy che su assist di Shomurodov piazza la palla sul palo interno trafiggendo Consigli. Il Faraone giallorosso corre sotto la Sud accompagnato dalla squadra e da José Mourinho che corre anche lui sotto la curva festeggiando insieme ai tifosi che hanno riempito tutti i posti disponibili secondo le limitazioni Covid.

Continua a leggere

Analisi Partite

Champions Women: Juventus ok, Milan fuori

Bianconere in Albania e rossonere eliminate nel girone

Pubblicato

il

Saranno le albanesi del Vllaznia le avversarie della Juventus nel secondo turno della UEFA Women’s Champions League. Le bianconere giocheranno la gara di andata in Albania il 31 agosto o il 1° settembre, mentre il match di ritorno tra le mura amiche è in programma l’8 o il 9 settembre: in palio il passaggio alla fase a gironi al via a ottobre.

La Juventus si è qualificata al secondo turno dopo aver superato 12-0 il Kamenica Sasa e 4-1 il St. Polten nel mini-torneo valevole per il primo turno della competizione ospitato a Vinovo. Alla sua prima esperienza nella UEFA Women’s Champions League, il Milan di Maurizio Ganz è invece già uscito di scena per via della sconfitta (2-0) con l’Hoffenheim nella finale del girone a quattro del percorso ‘Piazzate’.

info: Lega

Continua a leggere

Più letti

Copyright © 2020 by Iseini Group s.r.l.s. | Oggi Sport.it iscritto al tribunale di Milano con il n.105 del 07 settembre 2020 | R.O.C. n.32701 del 08 Marzo 2019 | Direttore Responsabile: Marco Capriotti | ISEINI GROUP S.R.L - Sede Legale: Martinsicuro (TE) via metauro 10/A, 64014 - P.Iva 01972630675 - PEC: iseinigroup@pec.it - Numero REA: TE-168559 - Capitale Sociale: 1.000,00€